BUILD

Officinarkitettura: Gres personalizzato per l’arredo

Abbiamo già visto come sia possibile utilizzare le lastre di gres personalizzato per un bagno o per un altro vano.  Ma è possibile utilizzarle per rendere speciale ed unico il proprio arredo? La risposta viene fornita dall’architetto Roberta Canessa, impegnata nella ristrutturazione di parte degli uffici delle RFI della stazione Principe, che ci ha coinvolti in questo entusiasmante progetto:

La sala per videoconferenze si trova all’interno degli uffici RFI della Stazione di Porta Principe. La Committenza richiese una Sala “multifunzione” da utilizzare prevalentemente per le comunicazioni con altri poli in Italia fungendo al contempo anche per le riunioni direzionali interne. La sala doveva essere accogliente ma al tempo stesso veniva richiesta modernità e l’operatività caratteristica degli spazi prettamente tecnici del settore ferroviario. Pertanto, oltre ad accorgimenti pratici di movimentazione del tavolo di grandi dimensioni, dovevano essere pensati degli elementi di riconoscibilità che garantissero il mantenimento della connotazione tecnologica del contesto.

La pavimentazione doveva quindi avere uno spessore sottile unitamente alle caratteristiche di durabilità e resistenza al calpestio. Inoltre doveva contribuire a rendere l’ambiente coerente ed armonioso con l’arredo: si è optato pertanto su di una piastrella in gres porcellanato, con finitura tipo legno.

Particolare attenzione andava tenuta per gli arredi: essi dovevano essere essenziali, moderni e di facile manutenzione. Partendo dai presupposti richiesti, il primo elemento funzionale pensato è stato il tavolo, attrezzato con impiantistica che potesse essere utilizzata sia per gli incontri “frontali” che per le video conferenze ma che permettesse al contempo una eventuale movimentazione. Per consentire tutto quanto sopra esposto, si è lavorato da una parte con l’inserimento di diversi punti di attacco multimediali, dall’altra con la realizzazione di tre torrette a scomparsa dislocate sul pavimento, in modo che per ogni posizione fosse possibile il collegamento alle prese inserite nel piano del tavolo.

La richiesta di identificazione della sala doveva necessariamente essere evidenziata sulle pareti in quanto solo in questo caso gli elementi si sarebbero colti durante le video conferenze. In un certo senso la necessità di un mobile che contenesse le sedie, da utilizzarsi solo durante le riunioni, è venuta in aiuto ed ha ispirato la filosofia progettuale. 

Si è pensato ad un’armadiatura lungo tutta la parete posteriore al tavolo (circa 6 metri), che oltre ad accogliere quanto non quotidianamente utilizzato, potesse essere un elemento contenitivo che fungesse da archivio. La scelta per caratterizzare un elemento d’arredo di così grandi dimensioni non è stata facile… dopo svariate “prove colore”, si è compreso che la sala in questo modo sarebbe stata “anonima”; un segno identificativo poteva arrivare soltanto trattando la superficie delle ante con elementi peculiari del contesto e decisi con cura insieme alla Committenza.

Prima di tutto si è scelto di rappresentare la città: i segni principali non potevano che essere la Lanterna, la zona del Porto Antico, nonchè un’immagine della Stazione stessa. Andava inoltre evidenziato il progresso costante di RFI: si è scelto di identificarlo con l’immagine di un treno a vapore sovrastato dall’ultimo modello nato ETR 1000, simbolo dell’Alta Velocità e da poco arrivato anche a Genova.

Anche la scelta delle tonalità è stata studiata nei minimi particolari: per rendere l’ambiente più confortevole possibile, sono stati scelti colori tenui tra il beige e il grigio per la maggioranza della superficie. Su questo sfondo studiato spicca l’ETR 1000, rappresentato con tinte predominanti di rosso per dare vivacità e non smorzare troppo lo spazio circostante.

Per garantire durabilità e resistenza all’usura è stata scelto il gres personalizzato, concertato con BCC e realizzato da Officinarkitettura. In maniera impeccabile l’azienda ha stampato la nostra idea su piastrelle di spessore 3.5 mm, tagliate poi secondo le dimensioni delle ante in modo da permettere facilemente il successivo incollaggio. L’effetto finale è di grande impatto: un quadro lungo tutta la dimensione della parete attrezzata, valorizzato sia da un’illuminazione nascosta e più diffusa nella veletta in cartongesso, sia da una serie di faretti posti direttamente al di sopra dell’armadiatura al fine di valorizzare il disegno prescelto.”

Grazie al progetto dell’architetto Canessa abbiamo quindi potuto constatare come sia possibile rivestire con il gres laminato una svariata gamma di superfici. In questo modo si ha la possibilità di personalizzare gli arredi in un modo che fino a pochi anni fa era praticamente impensabile. Il rapporto di partnership con gli amici di Officinarkitettura è ormai consolidato da tempo e i vari lavori eseguiti insieme ci hanno reso consapevoli di quale sia la versatilità realizzativà di questa tecnica.

Il gres personalizzato è il futuro!!!

Scheda riassuntiva ristrutturazione

Quartiere: Principe
Destinazione: Uffici RFI
Oggetto e finalità del nostro intervento: Fornitura piastrelle pavimentazione e gres personalizzato per le ante dell’armadio a muro
Progettazione e interior design:  arch Roberta Canessa

Materiale fornito

 

Link utili

 

01
02
03
04
05
06
07
01 02 03 04 05 06 07

Wallpepper: la carta da parati entra in bagno!

Finalmente siamo riusciti ad utilizzare la carta da parati Wallpepper all’interno di un bagno! Dobbiamo ringraziare l’architetto e la sua Committenza che ha sposato in pieno le idee compositive proposte. Per meglio descrivere l’intervento realizzato abbiamo chiesto direttamente al progettista, che ci ha svelato la filosofia e le richieste alla base di questa meravigliosa ristrutturazione:

“L’appartamento in oggetto è posto nel centro di Genova in un palazzo degli anni Trenta, la cui superficie è circa mq. 200. I Committenti ci avevano richiesto di progettare la nuova casa in modo differente rispetto a quelle abitate fino allora: un taglio progettuale moderno, materiali nuovi che fossero il più possibile ecocompatibili, serramenti e impiantistica ad alta efficienza e all’avanguardia. Una richiesta fondamentale riguardava gli spazi interni: era necessaria una progettazione funzionale e adeguata per ricevere e ospitare i numerosi amici. Partendo da questo presupposto specifico è stata concepita una zona giorno predominante, direttamente collegata ad un locale “più intimo” dedicato alla lettura e alla musica.”

Per ragioni di privacy non possiamo mostrare questi spazi nella gallery fotografica. Proseguiamo quindi in modo più diffuso il racconto sulle parti che possiamo documentare.

“Nella zona notte, la parte più privata della casa, la camera matrimoniale ha un accesso alla cabina armadio. A fianco trovano posto i bagni padronali che, pur avendo dimensioni ridotte, hanno in comune la cabina doccia Hammam avente un doppio ingresso. Il progetto ha previsto anche la realizzazione di uno studio con bagno privato e di un’ulteriore camera anch’essa con servizi dedicati .”

Entriamo quindi nello specifico analizzando i locali bagno che sono stati realizzati quasi interamente con nostre forniture. Questi vani hanno un filo conduttore generale che è rappresentato dalla “scatola”, ovvero un rivestimento continuo di microcemento spatolato. Come descritto dall’architetto, i bagni padronali sono caratterizzati da questo grande hammam in comune: il design minimal e la richiesta di determinati materiali, ha fatto virare la scelta sulla rubinetteria in acciaio di Quadro Design presente nelle serie Source e Levo. Per il bagno turco è stata scelta naturalmente la qualità di Effegibi, utilizzando un generatore di vapore ad incasso Aquasteam che è in grado di fondere la tecnologia e l’estetica contemporanea (grazie alla sua lastra di vetro curvata con comandi digitali) con il richiamo alla tradizione dell’hammam, mediante la tradizionale ciotola per la raccolta dell’acqua.

La realizzazione del bagno della camera ospiti è altrettanto studiata nei minimi dettagli: in questo caso la rubinetteria rimane sempre Quadro Design, ma cambia il rivestimento. Il microcemento, oltre che variare cromaticamente rispetto al bagno padronale, si mescola con sapienza e bilanciamento alla carta da parati Wallpepper disegno “Sardinia”: grazie al particolare e specifico trattamento la tappezzeria non solo trova sede nella parete del mobile bagno ma si spinge fin dentro alla doccia con un risultato davvero scenico. A completare la dotazione troviamo il box su misura di Aisi Design interamente realizzato in cristallo e in acciaio satinato Aisi 316 al pari della rubinetteria.

Scheda riassuntiva ristrutturazione

Quartiere: Centro
Destinazione: Residenziale
Oggetto e finalità del nostro intervento: Fornitura piastrelle, rubinetterie, sanitari, carta da parati, bagno turco, box e piatto doccia
Progettazione e interior design:  fotografie Matteo Ceschina

Materiale fornito

 

Link utili

 

Fornitura 4 – Centro Brigata Liguria

Centro Liguria 01 (1)
Centro Liguria 01 (2)
Centro Liguria 01 (3)
Centro Liguria 01 (4)
Centro Liguria 01 (5)
Centro Liguria 01 (6)
Centro Liguria 01 (7)
Centro Liguria 01 (8)
Centro Liguria 01 (9)
Centro Liguria 01 (10)
Centro Liguria 01 (12)
Centro Liguria 01 (13)
Centro Liguria 01 (14)
Centro Liguria 01 (15)
Centro Liguria 01 (16)
Centro Liguria 01 (17)
Centro Liguria 01 (18)
Centro Liguria 01 (1) Centro Liguria 01 (2) Centro Liguria 01 (3) Centro Liguria 01 (4) Centro Liguria 01 (5) Centro Liguria 01 (6) Centro Liguria 01 (7) Centro Liguria 01 (8) Centro Liguria 01 (9) Centro Liguria 01 (10) Centro Liguria 01 (12) Centro Liguria 01 (13) Centro Liguria 01 (14) Centro Liguria 01 (15) Centro Liguria 01 (16) Centro Liguria 01 (17) Centro Liguria 01 (18)
Blustyle Barrique

Cranes attic: Gosplan Architects

Sono ancora i Gosplan Architects a farci partecipi del loro lavoro: un piccolo gioiello situato nel cuore di una delle parti più antiche del centro storico di Genova per il quale è stata scelta una pavimentazione Blustyle Barrique. Nessuno meglio di loro è in grado di descrivere le finalità progettuali e la realizzazione pertanto qui di seguito riportiamo il loro “racconto”:

L’appartamento si trova nel centro storico di Genova, all’ultimo piano di un condominio che sorge al centro del quartiere del Molo vecchio che sin dal medioevo protegge il porto della città. La casa ha una superficie di appena 40 mq che il progetto ha ripartito tra una zona giorno con angolo cucina, una camera da letto e un bagno. La camera da letto è separata dal soggiorno da un mobile realizzato su misura in osb bianco che dal lato della camera contiene un armadio mentre dal lato del soggiorno va a costituire una prima rampa di una scala che, proseguendo con una seconda  rampa in metallo appesa al soffitto, permette di raggiungere il terrazzo piano soprastante, direttamente affacciato sulle riparazioni navali e le loro gru. Proprio il contesto dei cantieri navali ha ispirato le finiture “raw” degli arredi, con l’utilizzo dei pannelli in osb e della scala metallica, così come l’utilizzo espressivo delle travi metalliche impiegate per rinforzare il solaio dopo l’apertura del foro di uscita che connette l’appartamento e il terrazzo soprastante (prima inaccessibile). Queste strutture non sono state nascoste, ma anzi evidenziate dipingendole di bianco, a contrasto con il soffitto grigio. Le grandi finestre e il lucernario rendono il piccolo appartamento luminosissimo e ricco di vedute aperte sulla città storica e il porto.

Come detto in precedenza, tra le nostre forniture non può che spiccare la pavimentazione di tutto l’appartamento realizzata con gres ceramico Blustyle Barrique Rhone Cru che si sposa in modo davvero azzeccato con i colori dominanti scelti per la casa. In bagno troviamo ceramica marchiata Nic Design: il lavabo Semplice si appoggia su un bancone rastremato in muratura, i due sanitari Ovvio a terra conducono fino alla doccia realizzata con un piatto extrapiano Fiora color Ardesia chiuso da una parete Unibagno linea Quarzo (realizzato a misura) composta da una parte fissa e da una porta a battente. La rubinetteria Dolly della Gaboli completa la dotazione del bagno con coerenza ed eleganza.

In quanto parte in causa, non spetta a noi che scriviamo giudicare il risultato finale della ristrutturazione… anche se probabilmente trapela un malcelato entusiasmo!!

Scheda riassuntiva ristrutturazione

Quartiere: Centro Storico
Destinazione: Residenziale
Oggetto e finalità del nostro intervento: Fornitura piastrelle, rubinetterie, sanitari, box e piatto doccia
Progettazione e interior design: Gosplan Architects (fotografie Anna Positano)

Materiale fornito

 

Link utili

 

 

Fornitura 3 – Molo

01
02
03
04
05
06
07
07a
08
09
10
11
12
01 02 03 04 05 06 07 07a 08 09 10 11 12
Into the Wood - Gosplan Architects

Into the woods: Gosplan Architects

Into the woods: dentro al bosco. Questo è il titolo che i Gosplan Architects hanno dato al loro ultimo progetto che ha rivoluzionato una casa indipendente sulle alture periferiche della nostra città. Siamo molto orgogliosi di aver contribuito a questa splendida realizzazione tramite alcune forniture: ma prima di parlare dei nostri materiali la parola ai Gosplan, un giovane e brillante gruppo di architetti genovesi, che descrivono così la loro “creazione”:

L’edificio si trova nella campagna vicino a Genova ed è circondato da un bosco di castagni. Prima della ristrutturazione, la casa era caratterizzata da un lungo corridoio che tagliava completamente l’appartamento, conducendo alle varie stanze disposte su entrambi i lati. Il progetto ha cambiato questo principio unidirezionale demolendo metà di questo corridoio e introducendo un mobile a forma di croce che gestisce l’intera casa introducendo una seconda direzione nella distribuzione. Questo grande mobile contiene una scala – che si collega ad una soffitta soprastante – e i pensili della cucina nel braccio più corto della croce, mentre il braccio più lungo ospita l’armadio principale e gli scaffali della casa. Le porte delle camere da letto si mimetizzano in questo grande armadio blu, la cui realizzazione ha permesso di svuotare la stanza precedentemente adibita a ripostiglio e realizzare al suo posto un secondo bagno. Alla fine del corridoio, uno specchio scorrevole nasconde la porta della camera da letto principale. In questa nuova configurazione, le persone entrano nell’appartamento da un ampio soggiorno con angolo cucina. Di fronte all’ingresso, un breve corridoio conduce alle altre stanze della casa. Il progetto utilizza pochi e selezionati materiali e colori. Il pavimento è coperto da un parquet di rovere grigio nel soggiorno e nella camera da letto principale, mentre la cucina e le altre stanze hanno un pavimento di microcemento grigio. I mobili sono realizzati su misura in rovere naturale e pannelli colorati di MDF.

Per la pavimentazione è stato scelto il Rovere Marmolada dell’azienda Italparquetti che si contraddistingue sia per il colore chiaro che per il suo piano verniciato effetto sega. All’interno dei bagni invece spiccano i sanitari colorati Argilla Matt della serie Ovvio di Nic Design (in perfetta nuance con il microcemento a campione sul rivestimento) e la rubinetteria Quadro Design con la sua linea Source.

Non possiamo che rivolgere i nostri complimenti ai Gosplan Architects per il loro favoloso lavoro, invitandovi a guardare la gallery fotografica e a dirci cosa ne pensate. Buona visione!

 

Scheda riassuntiva ristrutturazione

Quartiere: Begato
Destinazione: Residenziale, unità immobiliare indipendente
Oggetto e finalità del nostro intervento: Fornitura completa di parquet, rubinetterie e sanitari
Progettazione e interior design: Gosplan Architects (fotografie Anna Positano)

Materiale fornito

  • Pavimento in parquet Italparchetti serie Assito delle Alpi rovere Marmolada Small scelta Terra
  • Rubinetteria bagno servizio Gaboli serie Molly
  • Rubinetteria bagno padronale Quadro in acciaio serie Source
  • Sanitari bagni Nic serie Ovvio sospesa colore Argilla Matt
  • Lavabo bagno padronale Valdama serie Seed

 

Link utili

 

 

Fornitura 2 – Begato

01
02
03
04
04a
05
06
07
08
09
10
11
12
13
14
15
16
01 02 03 04 04a 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16
Villa da sogno

Una villa da sogno sul mare!

Per chi ama il mare come noi, riuscire ad aiutare il progettista ed il cliente a realizzare questa villa da sogno è motivo di vero orgoglio! Una splendida ristrutturazione in un quartiere esclusivo, una scelta di materiali coerenti e rispettosi del magnifico contesto: davvero non è mancato nulla.

A farla da padrone troviamo ancora una volta la fornitura dei pavimenti Cotto d’Este caratterizzati da tonalità chiare e luminose. Per gli esterni l’architetto Roberta Canessa ha selezionato la serie Cadore nel colore Baita, mentre per gli interni le doghe della serie Silvis colore Candeo caratterizzano in modo molto discreto i tre piani dell’abitazione. Diversamente dalla maggioranza delle ristrutturazioni, il progettista ha voluto dare continuità ai vari ambienti adottando lo stesso materiale anche per rivestire sia le scale esterne di accesso, sia quelle interne di collegamento fra i piani. L’effetto è davvero unico grazie anche all’utilizzo del gradone Plus di Cotto d’Este, che arriva in cantiere direttamente assemblato e pronto per l’utilizzo, facilitando sia le operazioni di posa che la resa estetica finale.

I tre bagni di questa villa da sogno sono stati rivestiti interamente di mosaico della Trend serie Shining orientato su una miscela di tinte marine. Vista la vicinanza alla scogliera e considerata l’azione corrosiva del sale marino, non poteva mancare l’acciaio per la  rubinetteria: la linea Source di Quadro Design fa sfoggio della sua linea semplice ma sempre attuale e trova il suo naturale proseguimento negli accessori della linea Quno a muro (portasalviette, saponi e rotoli).

La continuità di materiali prosegue grazie ai box doccia con telaio tondo in acciaio satinato della Aisi Design. L’azienda è in grado di dare il meglio di sè in situazioni come queste dove gli spazi dei servizi igienici erano stati progettati meticolosamente al cm, date le dimensioni ridotte. Grazie ad un rilievo misure e rispettando le direttive dell’architetto, in collaborazione con Aisi Design siamo stati in grado di fornire tre box su misura che prevedevano in un caso la sagomatura del vetro in altezza in rispetto delle pendenze del piatto in muratura, mentre negli altri due abbiamo dovuto lavorare sui profili per garantire la tenuta su docce di perimetro irregolare.

Completano la nostra fornitura i lavabi su misura di Rexa Design in corian per i mobili da bagno realizzati artigianalmente e i sanitari sospesi della Nic serie Ovvio in versione bianco opaco, che rifiniscono con eleganza questa villa da sogno.

L’arredamento di design e coerente con il contesto, se possibile, esalta maggiormente le scelte progettuali. Il risultato è a dir poco splendido.

Scheda riassuntiva ristrutturazione

Quartiere: Arenzano
Destinazione: Residenziale
Oggetto e finalità: Fornitura completa di piastrelle e arredo bagno per una villa da sogno posta su tre piani ubicata in contesto esclusivo
Progettazione e interior design: Arch. Canessa Roberta (fotografie Matteo Ceschina)

 

Materiale fornito

  • Pavimentazione interno Cotto d’Este serie Silvis colore Candeo finitura Country. Scala realizzata interamente con gradone Plus della stessa serie
  • Pavimentazione esterno Cotto d’Este serie Cadore colore Baita. Scala realizzata interamente con gradone Plus della stessa serie
  • Mosaico dei bagni Trend serie Shining
  • Rubinetteria bagni ed esterno Quadro in acciaio serie Source
  • Sanitari bagni Nic serie Ovvio sospesa colore Bianco Matt
  • Box doccia Aisi Design in acciaio telaio tondo linee X13 e X14 (realizzati a misura)
  • Top lavabi bagni Rexa in Corian serie Moode (realizzati a misura)

 

Link utili

 

Build – Fornitura 1 – Arenzano

001_02_v-della-costa-DOPO-800x533
002_69_v-della-costa-DOPO-800x533
003_67_v-della-costa-DOPO-800x533
004_65_v-della-costa-DOPO-800x533
005_64_v-della-costa-DOPO-800x533
006_63_v-della-costa-DOPO-800x533
007_62_v-della-costa-DOPO-800x533
008_61_v-della-costa-DOPO-800x533
009_56_v-della-costa-DOPO-800x533
010_55_v-della-costa-DOPO-800x533
011_54_v-della-costa-DOPO-800x533
012_46_v-della-costa-DOPO-800x533
013_45_v-della-costa-DOPO-800x533
014_44_v-della-costa-DOPO-800x533
015_42_v-della-costa-DOPO-800x533
016_38_v-della-costa-DOPO-800x533
017_37_v-della-costa-DOPO-800x533
018_36_v-della-costa-DOPO-800x533
019_35_v-della-costa-DOPO-800x533
020_33_v-della-costa-DOPO-800x533
021_32_v-della-costa-DOPO-800x533
022_31_v-della-costa-DOPO-800x533
023_30_v-della-costa-DOPO-800x533
024_28_v-della-costa-DOPO-800x533
025_26_v-della-costa-DOPO-800x533
026_20_v-della-costa-DOPO-800x533
027_13_v-della-costa-DOPO-800x533
028_12_v-della-costa-DOPO-800x533
029_08_v-della-costa-DOPO-800x533
030_05_v-della-costa-DOPO-800x533
031_04_v-della-costa-DOPO-800x533
032_03_v-della-costa-DOPO-800x533
001_02_v-della-costa-DOPO-800x533 002_69_v-della-costa-DOPO-800x533 003_67_v-della-costa-DOPO-800x533 004_65_v-della-costa-DOPO-800x533 005_64_v-della-costa-DOPO-800x533 006_63_v-della-costa-DOPO-800x533 007_62_v-della-costa-DOPO-800x533 008_61_v-della-costa-DOPO-800x533 009_56_v-della-costa-DOPO-800x533 010_55_v-della-costa-DOPO-800x533 011_54_v-della-costa-DOPO-800x533 012_46_v-della-costa-DOPO-800x533 013_45_v-della-costa-DOPO-800x533 014_44_v-della-costa-DOPO-800x533 015_42_v-della-costa-DOPO-800x533 016_38_v-della-costa-DOPO-800x533 017_37_v-della-costa-DOPO-800x533 018_36_v-della-costa-DOPO-800x533 019_35_v-della-costa-DOPO-800x533 020_33_v-della-costa-DOPO-800x533 021_32_v-della-costa-DOPO-800x533 022_31_v-della-costa-DOPO-800x533 023_30_v-della-costa-DOPO-800x533 024_28_v-della-costa-DOPO-800x533 025_26_v-della-costa-DOPO-800x533 026_20_v-della-costa-DOPO-800x533 027_13_v-della-costa-DOPO-800x533 028_12_v-della-costa-DOPO-800x533 029_08_v-della-costa-DOPO-800x533 030_05_v-della-costa-DOPO-800x533 031_04_v-della-costa-DOPO-800x533 032_03_v-della-costa-DOPO-800x533