officinarkitettura Tag

Officinarkitettura: Gres personalizzato per l’arredo

Abbiamo già visto come sia possibile utilizzare le lastre di gres personalizzato per un bagno o per un altro vano.  Ma è possibile utilizzarle per rendere speciale ed unico il proprio arredo? La risposta viene fornita dall’architetto Roberta Canessa, impegnata nella ristrutturazione di parte degli uffici delle RFI della stazione Principe, che ci ha coinvolti in questo entusiasmante progetto:

La sala per videoconferenze si trova all’interno degli uffici RFI della Stazione di Porta Principe. La Committenza richiese una Sala “multifunzione” da utilizzare prevalentemente per le comunicazioni con altri poli in Italia fungendo al contempo anche per le riunioni direzionali interne. La sala doveva essere accogliente ma al tempo stesso veniva richiesta modernità e l’operatività caratteristica degli spazi prettamente tecnici del settore ferroviario. Pertanto, oltre ad accorgimenti pratici di movimentazione del tavolo di grandi dimensioni, dovevano essere pensati degli elementi di riconoscibilità che garantissero il mantenimento della connotazione tecnologica del contesto.

La pavimentazione doveva quindi avere uno spessore sottile unitamente alle caratteristiche di durabilità e resistenza al calpestio. Inoltre doveva contribuire a rendere l’ambiente coerente ed armonioso con l’arredo: si è optato pertanto su di una piastrella in gres porcellanato, con finitura tipo legno.

Particolare attenzione andava tenuta per gli arredi: essi dovevano essere essenziali, moderni e di facile manutenzione. Partendo dai presupposti richiesti, il primo elemento funzionale pensato è stato il tavolo, attrezzato con impiantistica che potesse essere utilizzata sia per gli incontri “frontali” che per le video conferenze ma che permettesse al contempo una eventuale movimentazione. Per consentire tutto quanto sopra esposto, si è lavorato da una parte con l’inserimento di diversi punti di attacco multimediali, dall’altra con la realizzazione di tre torrette a scomparsa dislocate sul pavimento, in modo che per ogni posizione fosse possibile il collegamento alle prese inserite nel piano del tavolo.

La richiesta di identificazione della sala doveva necessariamente essere evidenziata sulle pareti in quanto solo in questo caso gli elementi si sarebbero colti durante le video conferenze. In un certo senso la necessità di un mobile che contenesse le sedie, da utilizzarsi solo durante le riunioni, è venuta in aiuto ed ha ispirato la filosofia progettuale. 

Si è pensato ad un’armadiatura lungo tutta la parete posteriore al tavolo (circa 6 metri), che oltre ad accogliere quanto non quotidianamente utilizzato, potesse essere un elemento contenitivo che fungesse da archivio. La scelta per caratterizzare un elemento d’arredo di così grandi dimensioni non è stata facile… dopo svariate “prove colore”, si è compreso che la sala in questo modo sarebbe stata “anonima”; un segno identificativo poteva arrivare soltanto trattando la superficie delle ante con elementi peculiari del contesto e decisi con cura insieme alla Committenza.

Prima di tutto si è scelto di rappresentare la città: i segni principali non potevano che essere la Lanterna, la zona del Porto Antico, nonchè un’immagine della Stazione stessa. Andava inoltre evidenziato il progresso costante di RFI: si è scelto di identificarlo con l’immagine di un treno a vapore sovrastato dall’ultimo modello nato ETR 1000, simbolo dell’Alta Velocità e da poco arrivato anche a Genova.

Anche la scelta delle tonalità è stata studiata nei minimi particolari: per rendere l’ambiente più confortevole possibile, sono stati scelti colori tenui tra il beige e il grigio per la maggioranza della superficie. Su questo sfondo studiato spicca l’ETR 1000, rappresentato con tinte predominanti di rosso per dare vivacità e non smorzare troppo lo spazio circostante.

Per garantire durabilità e resistenza all’usura è stata scelto il gres personalizzato, concertato con BCC e realizzato da Officinarkitettura. In maniera impeccabile l’azienda ha stampato la nostra idea su piastrelle di spessore 3.5 mm, tagliate poi secondo le dimensioni delle ante in modo da permettere facilemente il successivo incollaggio. L’effetto finale è di grande impatto: un quadro lungo tutta la dimensione della parete attrezzata, valorizzato sia da un’illuminazione nascosta e più diffusa nella veletta in cartongesso, sia da una serie di faretti posti direttamente al di sopra dell’armadiatura al fine di valorizzare il disegno prescelto.”

Grazie al progetto dell’architetto Canessa abbiamo quindi potuto constatare come sia possibile rivestire con il gres laminato una svariata gamma di superfici. In questo modo si ha la possibilità di personalizzare gli arredi in un modo che fino a pochi anni fa era praticamente impensabile. Il rapporto di partnership con gli amici di Officinarkitettura è ormai consolidato da tempo e i vari lavori eseguiti insieme ci hanno reso consapevoli di quale sia la versatilità realizzativà di questa tecnica.

Il gres personalizzato è il futuro!!!

Scheda riassuntiva ristrutturazione

Quartiere: Principe
Destinazione: Uffici RFI
Oggetto e finalità del nostro intervento: Fornitura piastrelle pavimentazione e gres personalizzato per le ante dell’armadio a muro
Progettazione e interior design:  arch Roberta Canessa

Materiale fornito

 

Link utili

 

01
02
03
04
05
06
07
01 02 03 04 05 06 07

Officinarkitettura: gres decorato

Gres Decorato: ciò che fino a poco tempo fa era quasi proibitivo adesso è del tutto nella norma. Grazie ad una nuova tecnologia digitale a freddo è finalmente possibile personalizzare i grandi formati ceramici, creando rivestimenti originali ed esclusivi.

Decorando il gres laminato di spessore 3 mm, le lastre possono essere utilizzate anche all’interno dei bagni poichè non temono l’acqua e l’umidità. Al tempo stesso però, sfruttando le peculiarità del supporto sui cui è impresso il disegno, si riesce a garantire una superficie pressochè continua e quasi totalmente priva di fughe.

Questo tipo di prodotto si presta particolarmente per i progetti di interior design sia per la totale versalità sia per le infinite caratterizzazioni: oltre alle svariate collezioni presenti nel catalogo di Officinarkitettura, è prevista la possibilità di scegliere il disegno in modo del tutto esclusivo e personalizzato.

Link utili

 

Officinarkitettura – Gres laminato

01
02
03
04
05
06
07
08
09
01 02 03 04 05 06 07 08 09